SETTORE BIOLOGICO IN CONTINUA CRESCITA

I prodotti biologici in Italia sono in continua crescita. Non si trovano ormai solo in negozi specializzati, ma sono sempre più proposti anche nei supermercati, sia da piccole che grandi aziende produttrici. Giusto per avere qualche dato, nel 61,8 % dei comuni italiani è attiva almeno un’azienda biologica. In 41 comuni, ci sono più di 100 aziende bio e in 55 comuni la superficie dei terreni biologici supera il 60 % di quella totale (dati AssoBio del 2016). Ma cosa vuol dire biologico? Vediamolo di seguito. Agricoltura biologica: cosa vuol

Dieta pre estate. Come prepararsi alla bella stagione

Capita sempre più spesso che nei mesi precedenti all’estate si inizino delle diete prodigiose che promettono miracoli in tempistiche strette, addirittura di perdere 12 kg in 4 settimane: diffidate da questi regimi perché si basano su privazioni e abusi di attività fisica che possono condurre a danni deleteri. Esiste una differenza tra calare di peso e dimagrire: perdere qualche chilo iniziale è più facile in quanto si tratta di ritenzione idrica e acqua in eccesso. Sgonfiarsi vuol dire agire sul picco metabolico con una corretta alimentazione che faccia perdere massa

Il Sismabonus 110% della legge del bilancio

Il Sismabonus 110% rientra nell’ambito nell’ambito del cosiddetto Superbonus 110. Infatti si tratta di una maxi agevolazione del 110% che permette di detrarre, chiedere o richiedere sconto in fattura a fronte di alcuni interventi fatti nell’ambito del settore edilizio. Previsto nell’ambito del Decreto Rilancio, ovvero il DL 34 del 2020, adesso nel Bilancio 2021 questa agevolazione è stata prorogata fino al 30 giugno 2022 rispetto alla prima scadenza prevista nel Decreto, ovvero quella del 31 dicembre 2021. Nell’ambito dei Superbonus che riguardano il settore energetico, ovvero quello anche relativo a

Suggerimenti per prevenire la diffusione dell’influenza sul lavoro

I dipendenti sono una risorsa cruciale in qualsiasi azienda. Ci sono passaggi che puoi intraprendere ora e durante la stagione influenzale per proteggere la salute dei tuoi dipendenti. Incoraggia tutti i dipendenti a sottoporsi a un vaccino contro l’influenza stagionale ogni autunno. CDC consiglia a tutti i bambini di età pari o superiore a 6 mesi di ottenere un vaccino antinfluenzale annuale. Considera l’idea di fare un accordo con una clinica per vaccini antinfluenzali, se possibile. Fornire risorse ai dipendenti su dove possono ottenere un vaccino antinfluenzale nella loro comunità.

Cosa è e come si usa il seghetto alternativo

Oggi come oggi sono sempre di più le persone che fanno lavori fai da te, ad esempio in casa, come hobby o per necessità. Di conseguenza, il mondo degli attrezzi della falegnameria è sempre più interessante agli occhi di chi ama queste materie e di chi vuole cimentarsi con l’hobby del fai da te. Ovviamente bisogna anche conoscere gli innumerevoli strumenti del settore, fra cui i seghetti che sono indispensabili per poter lavorare il legno: oggi, in particolare, vogliamo scoprire cosa è il seghetto alternativo e come si utilizza. Il

Ben oltre le infiorescenze: cosa si vende in un negozio di marijuana light

Le infiorescenze di marijuana light non sono affatto l’unico prodotto che si può trovare in un negozio di cannabis legale. Se ne stai aprendo uno potrebbe valere la pena informarsi sulle altre categorie di merce che potresti aggiungere al tuo catalogo, per attirare un maggior numero di clienti e per arricchire la tua proposta. Vediamone insieme alcune! Cosmetici Moltissimi cosmetici possono essere arricchiti da certe quantità di CBD e di estratti in olio di marijuana light. Questa pianta è infatti idratante e nutriente, e contiene moltissime sostanze (vitamine, in particolare)

Aprire un negozio di marijuana light: una checklist prima della partenza

Aprire un negozio di marijuana light è un’attività giovane ed entusiasmante che sta già coinvolgendo circa 10.000 tra produttori, lavoratori e venditori, quasi tutti sotto i 40 anni di età. Se sei intenzionato a buttarti in questo settore, ecco una piccola checklist da tenere a mente per ripassare tutti gli step e arrivare preparato al gran giorno! Burocrazia La burocrazia da avviare per aprire un negozio di marijuana light non è diversa da quella necessaria per tutte le altre attività al dettaglio. Ti servirà: Una partita IVA, con il giusto

Tre domande da fare ai propri fornitori se si sta aprendo un negozio di cannabis light

Il business della marijuana light è in vertiginosa crescita: parliamo di oltre 4 milioni di fatturato ogni anno, con 10.000 impiegati, per larghissima parte sotto i 40 anni. Se stai per aprire un negozio di cannabis light dovresti assolutamente tenere a mente queste tre domande da fare ai tuoi fornitori: vediamole insieme! “Quali sono le certificazioni che può fornirmi sui prodotti che acquisterò?” Per vendere legalmente marijuana light in Italia è necessario rispettare una breve ma rigorosissima serie di regole. Prima di acquistare una partita di prodotti, puri (infiorescenze, semi,

Vuoi aprire un negozio di cannabis light? Ecco come fare

Al netto delle eventuali modifiche della legge vigente, ad oggi aprire un negozio di cannabis light potrebbe essere un tentativo imprenditoriale di buon successo. Abbiamo quindi raccolto una checklist dei passaggi da rispettare per iniziare: tienila a mente per sapere se si tratta della proposta adatta a te! Cosa si vende Tutti i prodotti venduti in un negozio di cannabis light hanno a che fare con la cosiddetta marijuana legale: un tipo di pianta che contiene non più dello 0,6% di THC, la molecola con effetti psicoattivi. Si tratta di

Come rilevare le presenze dei corrieri?

La rilevazione presenze fuori sede non è più un problema Per tutte le aziende, il controllo dipendenti che operano fuori sede è sempre stato un problema annoso e delicato, di difficile gestione con i sistemi di rilevazione tradizionali. Fino a poco tempo fa si basava su un rapporto di fiducia reciproca tra il dipendente e il datore di lavoro, avvalorato da un supporto cartaceo da compilare e archiviare per una retribuzione che non sempre rispecchiava fedelmente le prestazioni e le tempistiche dichiarate a mano libera. Una gestione anacronistica e approssimata che, nella