padre pio_800x447

Il fenomeno Padre Pio: cosa è cambiato nella città di San Giovanni Rotondo?

San Giovanni Rotondo è un comune pugliese di 27.000 mila abitanti tra S. Marco in Lamis a Nord e Nord-Ovest, Monte S. Angelo ad Est e le città di Manfredonia e Foggia a Sud. Amministrativamente è sotto la provincia di Foggia e geograficamente si colloca sul promontorio del Gargano nel Parco Nazionale e nella Comunità Montana del Gargano. Quella di San Giovanni Rotondo è una comunità divenuta famosa in tutto il mondo per essersi legata indissolubilmente ad uno dei personaggi più significativi della religione cristiana del secolo scorso: Padre Pio

foggia

Foggia, regina del Tavoliere

Foggia è il capoluogo dell’omonima provincia, la città è situata in Puglia; ed è il terzo comune della regione più popolato con una superficie che lo colloca all’ottavo posto della classifica nazionale; Foggia è un importante centro agricolo ma anche commerciale, ed è una città che ha trovato sviluppo eccellente dopo l’imponente opera di   bonifica del Tavoliere delle Puglie; per la sua proficua attività agricola è la sede stabile della Fiera Internazionale dell’Agricoltura e della Zootecnia; inoltre dagli anni ’90 ha la sua università. L’importanza storico-culturale La città vanta un

riserva naturale rio torsero

Riserva Naturale Regionale di Rio Torsero

La Riserva Naturale Regionale di Rio Torsero è adiacente al comune di Ceriale, in provincia di Savona. É molto importante dal punto di vista paleontologico perché ospita un ricco giacimento di diverse specie di fossili eccezionalmente conservati. Gli studi del giacimento iniziarono già nell’Ottocento ma, solo per 1985 venne istituita la Riserva per proteggere i numerosi pezzi rinvenuti sulle sponde del corso d’acqua. Si tratta per lo più di gusci di molluschi, coralli, colonie di briozoi, otoliti di pesci, resti di echinodermi e di crostacei oltre a diverse ed altrettanto

museo paleontologico silvio lai

Museo paleontologico “Silvio Lai”

Il museo paleontologico “Silvio Lai” è ubicato in Liguria e nello specifico a Ceriale nella riserva regionale del Rio Torsero. Si tratta di un museo tematico destinato alla conservazione dei fossili raccolti nell’area circostanziale. Fu fondato nel lontano 1993 e successivamente ristrutturato nel 2008. In tale occasione è stato allestito anche un laboratorio per repertare, classificare e catalogare i fossili rinvenuti. In esso è possibile effettuare esami volti studiare le micro-faune presenti e la tessitura delle rocce ad esse incorporate. È inoltre presente un mulino utilizzato per disgregare la roccia,