Riserva Naturale Regionale di Rio Torsero

La Riserva Naturale Regionale di Rio Torsero è adiacente al comune di Ceriale, in provincia di Savona. É molto importante dal punto di vista paleontologico perché ospita un ricco giacimento di diverse specie di fossili eccezionalmente conservati.

Gli studi del giacimento iniziarono già nell’Ottocento ma, solo per 1985 venne istituita la Riserva per proteggere i numerosi pezzi rinvenuti sulle sponde del corso d’acqua. Si tratta per lo più di gusci di molluschi, coralli, colonie di briozoi, otoliti di pesci, resti di echinodermi e di crostacei oltre a diverse ed altrettanto interessanti tipologie di microfossili

L’analogia dei fossili rinvenuti con altri presenti in mari caldi testimonia l’antica presenza di un mare “caraibico”. Parte della collezione dei reperti rinvenuti in quest’area è esposta nel museo “Silvio Lai” a Peagna, non molto distante dalla riserva.

Durante il Pliocene infatti, in questa zona si estendeva un mare con temperature dell’acqua abbastanza elevate, tanto da poterlo paragonare ad uno tropicale. Le sue acque erano popolate da tantissime forme di vita, ad oggi scomparse, come ad esempio lo Strombus Coronatsu.

 La fama del giacimento è inoltre legata anche alla qualità di conservazione dei fossili grazie alla matrice di roccia morbida in cui sono immersi. Questo consente agli studiosi di poter osservare nei minimi particolari i reperti rinvenuti. Sopra questo strato, nel corso degli anni, si sono stratificate altre rocce non così tanto ricche però di fossili.

L’accesso ai turisti alla Riserva Regionale del Rio Torsero è fattibile solo se accompagnati da una guida turistica. Le visite guidate si svolgono esclusivamente nel periodo estivo, in giorni ed orari prestabiliti. Nel corso degli altri mesi è comunque possibile avere accesso alla riserva per scoprire la storia del Pianeta ma, solo previa prenotazione. La Riserva fa anche parte di un Sito di Interesse Comunitario (SIC), tra i più interessanti della Regione Liguria.